Torre Galea

Complesso edilizio fortificato, qualificato comunemente come Torre e che più propriamente dovrebbe chiamarsi Castello, costituito da un trittico di altissime Torri con basi a scarpata di cui due a pianta circolare e quindi cilindriche, rastremata in alto, e la terza a pianta quadrata, munita di ponte levatoio: il tutto in conformità dello schema tradizionale, ossia del modello formale dei Castelli.

È uno dei più belli, arditi e singolari della Calabria, ed è sito nelle adiacenze dell’abitato civico di Marina di Gioiosa Ionica, a circa un miglio dalla Torre del Cavallaro, in seno al vecchio feudo della Galea.

Foto di Torre Galea a Marina di Gioiosa Ionica dal concorso fotografico Gioiosa Marina Relives organizzato dalla Pro Loco Per Gioiosa Marina - Foto di Ilario Mazzà

La fondazione dell’edificio, giudicato nei suoi caratteri tipologici e stilistici, è assegnata al periodo Aragonese (sec. XV).
Il monumento, così come si presenta, attualmente all’ occhio dei visitatori è costituito da tre differenti corpi fortificati: due torrioni cilindrici (bastioni) e un torrione quadrangolare, di cui i primi istituiti evidentemente per difesa e offesa, e quest’ultimo per dimora feudale. La torre è costruita in pietra con un pontile di legno che poggia su base antica. Nel primo piano,la porta d’ingresso permette di accedere in una grande stanza che è fornita di due porte,una a destra e l’altra a sinistra. La porta di destra conduca ad una postazione di difesa,quella di sinistra ad una diramazione di scale,la prima porta in basso .l’altra in alto. Nel secondo piano si trova una grande sala dotata di tre finestre. In alto il terrazzo dove sono in bella mostra le mura merlate della torre ed un piccolo abbaino. Una tale peculiare conformazione, difficilmente riscontrabile in altri organismi della regione, c’è di ausilio per la datazione e l’attribuzione della paternità del monumento.
Questo, infatti, a ben riflettere, non fa che ripetere lo schema architettonico del Castello Aragonese di Gioiosa, a sua volta formato da analoghi corpi accostati, di cui due a pianta circolare e l’altro a pianta quadrata.

Foto di Torre Galea a Marina di Gioiosa Ionica dal concorso fotografico Gioiosa Marina Relives organizzato dalla Pro Loco Per Gioiosa Marina - Foto di Angela Staltari

Ne discende che la torre Galea può attribuirsi alla manodopera degli stessi architetti del maniero di Gioiosa, e quindi ad iniziativa dello stesso conte D. Vincenzo Carafa. Per altri storici, la Torre ,costruita in pietra poggia su una base antica.Secondo l’opinione di questi Autori,il maniero fu costruito intorno al Mille quando i Normanni,provenienti dalla Francia, si stabilirono nella nostra regione e sconfissero nella campagna del 982 l’imperatore Ottone II che voleva annettersi il Mezzogiorno delle Penisola. Le origini sulla torre Galea sono discusse,nel senso che non si capisce se l’edificio sia da considerare una vera e propria torre o un castello costruito per l’avvistamento o per la difesa degli attacchi provenienti dai saraceni.

Foto di Torre Galea a Marina di Gioiosa Ionica dal concorso fotografico Gioiosa Marina Relives organizzato dalla Pro Loco Per Gioiosa Marina - Foto di Erika Fammartino

Nella parte superiore, nel coronamento (merlato), il baluardo conserva tracce delle caditoie, dei beccatelli, dei piombatoi, delle saettiere, delle feritoie.
Nel corso del tempo, il monumentale edificio ha subito notevoli rifacimenti, per com’è dato desumere dalla diversità dei materiali impiegati.

c12

Annunci